Scopri le raccolte

Gli oggetti digitali raccontano delle storie

 

Da diversi anni i Musei dell'Università di Padova hanno avviato un processo di digitalizzazione del proprio patrimonio, in linea con le direttive nazionali e internazionali.

L'archiviazione dei dati digitali è fondamentale non solo per garantire in modo efficace la conoscenza, gestione e conservazione dei beni, ma anche per la loro valorizzazione attraverso moderne piattaforme per la divulgazione in rete.

 

 

Gli oggetti digitali "raccontano delle storie"


LA PITTURA DEL NOVECENTO

Il percorso presenta la ricca collezione di affreschi e dipinti su tavola, realizzati su commissione del rettore Carlo Anti negli anni 1938-1943, per decorare Palazzo Bo e Palazzo Liviano.
Scoprila su Phaidra...

 

IL SETTECENTO A PADOVA  

Attraverso la presentazione di alcuni degli oggetti vallisneriani e poleniani conservati presso l’Università di Padova, il percorso propone un viaggio al cuore del Settecento patavino, un itinerario che si dipana fra arte, archeologia, storia naturale e fisica.
Scoprila su Phaidra... 

 

ARTE ED ANTICHITÀ A PADOVA NEL CINQUECENTO. LA COLLEZIONE MANTOVA BENAVIDES

La collezione Marco Mantova Benavides, formatasi almeno dalla prima metà del Cinquecento, rappresenta uno spaccato unico del gusto antiquario del tempo ed è nel contempo preziosa testimonianza delle relazioni tra il collezionista-mecenate e gli artisti.
Scoprila su Phaidra...

 

LA SALA DELLE PALME

La sala del Museo di Geologia e Paleontologia prende il nome dalle decine di magnifiche palme fossili che ne ricoprono le pareti. Rinvenute in famosi giacimenti del Veneto, le palme hanno un’età compresa tra i 50 e i 30 milioni di anni.
Scoprila su Phaidra...

 

MUSEO DI GEOLOGIA E PALEONTOLOGIA   

Il museo di Geologia e Paleontologia raccoglie, oltre alle rocce, decine di migliaia di fossili di piante, invertebrati e vertebrati provenienti perlopiù da giacimenti delle Tre Venezie, testimonianza preziosa della presenza della vita sulla Terra sin dai tempi più remoti e dei cambiamenti della biodiversità nel tempo.
Scoprila su Phaidra...

 

DA GALILEO A FREUD: OGGETTI, STORIA E STORIE DELL’ATENEO PATAVINO    

Nato dal progetto il progetto “Scattered Collections”, il percorso presenta quella straordinaria quantità di materiale scientifico storico disperso nelle sedi dell’Ateneo, frutto della ricerca e della didattica condotte a Padova nel corso dei secoli.

 

ALLA SCOPERTA DEL MUSEO DI STORIA DELLA FISICA    

La raccolta del Museo di Storia della Fisica rappresenta non solo una preziosa testimonianza dello sviluppo della fisica a Padova dal Settecento a oggi, ma racconta anche gli affascinanti sviluppi del pensiero scientifico e della tecnologia.

 

PADOVA ROMANA NELLE COLLEZIONI DEL MUSEO DI SCIENZE ARCHEOLOGICHE E D'ARTE   

Il percorso vuol far conoscere i reperti della Padova romana presenti in Museo, testimonianze interessanti e a volte uniche nella storia delle scoperte archeologiche in città.

 

ARCHIVIO DI ENRICO BERNARDI – LE FOTOGRAFIE

La collezione presenta una raccolta di immagini, lettere, manoscritti, estratti, opuscoli, manifesti di e su Enrico Bernardi, conservati presso il Museo di Macchine Enrico Bernardi dell'Università di Padova.

 

TAVOLE PARIETALI DEL MUSEO BOTANICO

La collezione comprende 98 tavole didattiche, di argomento botanico, prodotte tra la fine dell’Ottocento e i primi del Novecento.

 

INVERTEBRATI FOSSILI

La sezione degli invertebrati fossili del Museo di Geologia e Paleontologia comprende più di 50.000 reperti, la maggior parte dei quali provenienti dalle Tre Venezie. La raccolta, molto significativa sia dal punto di vista scientifico che didattico, testimonia l'evolversi della vita sulla terra e le vicende paleogeografiche lungo un arco di tempo di più di 500 milioni di anni.

 

VERTEBRATI FOSSILI

La sezione dei vertebrati fossili del Museo di Geologia e Paleontologia comprende circa 5000 esemplari, la maggior parte dei quali provenienti dal Triveneto. I reperti, tutti molto interessanti, documentano la storia evolutiva dei vertebrati e testimoniano i cambiamenti climatici e geografici avvenuti nel corso dei milioni di anni.

 

ANTONIO VALLISNERI E LE SCIENZE DELLA TERRA

Il Museo di Geologia e Paleontologia conserva alcuni reperti fossili appartenuti al Museo vallisneriano. Antonio Vallisneri (1661-1730) insegnò Medicina Pratica all'Università di Padova dal 1700 al 1730. Nel corso degli anni aveva costituito una sua collezione, comprendente non solo reperti naturali, ma anche reperti archeologici, collezione che, alla sua morte, il figlio donò all’Università.

 

LA COLLEZIONE DE ZIGNO

La collezione geopaleontologica del Barone Achille De Zigno, illustre paleontologo, fu acquistata privatamente dal Prof. Omboni subito dopo la morte di De Zigno (15 gennaio 1892) e formalmente donata all'Ateneo di Padova il 21 giugno 1894. La raccolta consiste di minerali, rocce e fossili per un totale di 10818 reperti.

 

L'OSSERVATORIO ASTROFISICO DI ASIAGO

Raccolta di foto riguardanti la progettazione e la realizzazione dell'Osservatorio di Asiago realizzato negli anni dal 1935 al 1942


Le Piattaforme


Phaidra
Phaidra è la piattaforma del Sistema Bibliotecario di Ateneo per la gestione e l'archiviazione a lungo termine degli oggetti digitali: immagini, documenti, e-book, video, risorse per la didattica.

MOVIO - Mostre Virtuali Online
MOVIO è un kit open source gratuito per la realizzazione di mostre vituali e percorsi tematici online, realizzato da un progetto coordinato dall'ICCU, nell'ambito del bando 2011 “Beni Culturali Invisibili: Una Risorsa Italiana Da Valorizzare” di Fondazione Telecom Italia.

Itinerari virtuali
Itinerari Virtuali è uno strumento per la creazione di percorsi tematici, messo a punto dal CAM nell'ambito del progetto Arte Scienza Tecnologia - La diffusione della cultura tecnologica e scientifica in una rete integrata tra università e territorio finanziato per gli anni 2012-2015 nell'ambito degli Accordi di programma Legge 6/2000.